LA TUA POLEMICA NEL BLOG?

Prenota il tuo spazio qui. INFO

domenica 25 marzo 2018


La Ternana continua a non vincere, ma questa ormai non è una novità, il pareggio di oggi con il Frosinone, vista la classifica dei laziali, potrebbe sembrare un buon risultato ma è l'ennesima occasione mancata.

Dispiace vedere i nostri colori relegati in solitaria nell'ultima posizione del campionato cadetto ed una città assente a questo nefasto tracollo. Chiarisco non parlo della tifoseria fin troppo paziente, ma della mediocrità delle nostre istituzioni, una città commissariata degna di questa società. 
E appunto, qualcuno si chiederebbe che cosa centrano gli amministratori? La politica ha delle responsabilità come sempre, allo stadio ormai si intravedono solamente passerelle dei soliti noti per le future elezioni come per quelle passate, di accreditate first lady e di "burini" rifatti che scimmiottano gli imprenditori. Gli amanti puri del calcio e i grandi investitori ormai disertano il Libero Liberati da parecchio tempo, a Terni ormai viviamo di ridicola formalità senza ne arte e ne parte. Nell'area accoglienza si sono fatti i lavori prima che venisse firmata la convenzione, e se il commissario Cufalo non l'avesse firmata

Il povero Bandecchi ha chiesto scusa alla città e si è assunto tutte le responsabilità per gli errori commessi e per le promesse disattese, il povero De Canio ci ha messo la faccia, sicuramente non gratis, e prova a compiere un miracolo a cui possiamo attaccarci solo come tifosi. E le scuse di Evangelisti, di Ranucci e di altri rappresentanti apicali della società? Il Patron Bandecchi mal consigliato avrebbe dovuto aprire gli occhi molto tempo fa e fare piazza pulita invece di spendere soldi senza nessun criterio. Per rispetto di tutti non voglio sciorinare le cifre che prendono Pochesci e ora mister De Canio ma posso affermare con certezza che Longarini, disprezzato in tutte le sue gesta, non avrebbe minimamente mai elargito importi cosi'. 
Prima viene l'allestimento di una squadra competitiva.

E vogliamo parlare degli steward? La maggior parte arrivano durante le partite casalinghe, addirittura dalla Campania, le cifre al ribasso non attraggono nemmeno più la manodopera del posto
Roba da pazzi e poi non entriamo nel merito di come si pongono, era meglio Daniele il bodyguard di Longarini che almeno parlava l'italiano ed era di Terni

La città è degna di queste logiche e il prossimo anno ci sarà da ridere, con le Ferelle che emigreranno quasi sicuramente a Rieti e la Ternana, toccando ferro, in serie C- non avremo più sport di squadra a grandi livelli per evadere dal nostro torpore del weekend. 
Una città spenta e disprezzata, dove le tasse sono alle stelle dopo il dissesto, e dove il lavoro si trova ormai con il lanternino. Mi vorrei augurare che non tutti sono contenti e speranzosi. In questi giorni si parla solo di toto sindaco anziano e mai di risvegli della nostra società con rampanti giovani adulti che diano una scrollata ad una città del profondo sud. 
Ci meritiamo tutto quello che ci succede e mi sembra che non facciamo nulla per provare a cambiarla.
Anche la Ternana, il nostro orgoglio ne è l'esempio calzante di un'involuzione continua.



Reazioni:

0 commenti inseriti:

Posta un commento

Commenta la polemica....

ranktrackr.net