LA TUA POLEMICA NEL BLOG?

Prenota il tuo spazio qui. INFO

sabato 17 marzo 2018

Ph Credits: Stefano Principi
Una Ternana svogliata e senza nerbo perde ad Ascoli con un uomo in più e riduce al lumicino le residue speranze di salvezza. 
La sostituzione sbagliata è l'emblema della stagione fallimentare, una società poco organizzata che è partita per strafare e si ritrova all'ultimo posto in classifica. Il povero De Canio ha poche colpe mentre il Patron Bandecchi ha sicuramente riposto troppa fiducia nei suoi collaboratori spendendo soldi senza senso. E' una sentenza, anche se la matematica ancora non ci condanna, ed è il frutto di una scellerata gestione di aziendalisti poco inclini alla realtà e sempre fuorviati da una comunicazione al limite del ridicolo.
La sconfitta di oggi fa male, soprattuto contro la diretta rivale che per quello che si è visto oggi sicuramente farà compagnia alla Ternana anche nel prossimo anno. 
Longarini era un'altra cosa, poco simpatico ma sicuramente più efficace nelle decisioni e nei risultati. Nessun ripensamento, la Terni sportiva voleva che andasse via e qualsiasi imprenditore l'avrebbe presa era sempre meglio di lui. "Ce la siamo voluta o come si suol dire ce la siamo cantata e sonata".  Il risultato è questo scendere di categoria. 
Terni è una città di serie C,  la Ternana era un nostro orgoglio di cui ci sentivamo fieri e anche quello ce lo stanno togliendo. Un consiglio alla società, bisogna stare sempre con in piedi ben saldati a terra, le avvisaglie c'erano tutte ma la supponenza e la presunzione ha avuto il sopravvento e rischia di condannarci al purgatorio dei meandri della terza serie.
E' inutile piangere sul latte versato ma nemmeno credere alle favole, il dato è tratto la Ternana farà la stessa fine dei conti del nostro disastrato comune, karakiri. Chi vuole credere nella disperata rincorsa, si accomodi, personalmente per me oggi era un passaggio decisivo.
Da qui alla fine del campionato un pò di dignità e coraggio, la partita di oggi è da dimenticare e i giocatori dovrebbero rendersene conto con un gesto di umiltà e responsabilità. Alcuni giocatori non meritano questa categoria e nemmeno determinati stipendi. Salary cap per tutti.


Reazioni:

0 commenti inseriti:

Posta un commento

Commenta la polemica....

ranktrackr.net