LA TUA POLEMICA NEL BLOG?

Prenota il tuo spazio qui. INFO

giovedì 26 aprile 2018

di Gigi Manini

Nella 38 giornata del campionato di serie B 2017-2018 sfida delicatissima al Liberati per la Ternana contro il Pescara di mister Pillon. 
I rossoverdi sono reduci dalla importantissima ed insperata vittoria nel derby di Perugia e dovrebbero arrivare caricatissimi alla sfida con i biancazzurri, ma anche il Pescara e' reduce da un' importante vittoria casalinga con lo Spezia e non può certo permettersi di perdere perché coinvolta anch'essa nella lotta salvezza e perché, come la Ternana, dopo questa partita ha un calendario non certo agevole con molti scontri diretti con altre pericolanti. 

La società biancazzurra non era certo partita con l'obiettivo della salvezza, anzi sembrava poter lottare almeno per i playoff, ed aveva confermato in  panchina Zeman, un'istituzione a Pescara, che aveva diretto gli abruzzesi nelle ultime partite dello scorso campionato, ma i risultati ed il rendimento della squadra biancazzurra sono stati assai deludenti fino ad arrivare all'esonero del tecnico boemo dopo la 28 giornata e, dopo una breve parentesi con scarsi risultati di cinque partite con in panchina Epifani, tecnico della primavera, all' arrivo di Bepi Pillon. 

Il tecnico veneto, ex mister tra le altre di Ascoli, Treviso, Chievo e Reggina, con più di 500 panchine tra Lega Pro, serie B e serie A, allenatore esperto e navigato, che ama un calcio spregiudicato e spettacolare votato più all'attacco che alla difesa, anche se diventato più accorto con il passare degli anni, schiera abitualmente le sue squadre con un 4-3-3 molto offensivo,  e questo sarà probabilmente il modulo adottato dagli abruzzesi anche al Liberati. 

In porta dovrebbe giocare Fiorillo, cresciuto nel settore giovanile della Sampdoria, ormai alla quarta stagione con più di 100 presenze con la maglia del Pescara, grandissima promessa qualche anno fa, un po' persosi nel proseguio della carriera, ma ancora tra i migliori portieri della cadetteria, pur con un rendimento un po' discontinuo,  fortissimo e reattivo tra i pali, talora incerto nelle uscite. 

In difesa sulle fasce dovrebbero giocare a destra Crescenzi,  prodotto del fertilissimo settore giovanile della Roma, ex Novara e Perugia, anche lui da diverse stagioni a Pescara, esterno dotato di grande corsa e dinamismo, inesauribile sulla fascia, bravo sia in fase di copertura che in fase di spinta, combattivo e di grande temperamento, molto abile nei cross per i compagni, mentre a sinistra dovrebbero giocarsi il posto Mazzotta, ex tra le altre di Palermo, Crotone, Cesena e Frosinone, con più di 200 presenze in serie B, alla seconda stagione a Pescara, esterno mancino anche lui dotato di grande corsa, veloce soprattutto in progressione, molto forte fisicamente ed anche bravo tecnicamente, anche lui, con un passato da ala sinistra, molto bravo quando avanza nella meta' campo avversaria, oppure Fiamozzi, ex Varese, di proprietà del Genoa, nella prima parte della stagione in prestito a Bari, arrivato a gennaio sempre in prestito a Pescara, esterno destro che sa adattarsi anche a sinistra, anche lui molto dinamico e veloce, capace di coprire tutta la fascia. 

Al centro, vista la pesante assenza per squalifica di Coda, centrale classe 85' ex Sampdoria e, soprattutto, per molte stagioni in serie A, Udinese, alla terza stagione a Pescara, difensore molto esperto con quasi 200 presenze nella massima serie, molto alto e potente fisicamente, forte di testa e nei palloni aerei, ma non velocissimo e vulnerabile se attaccato nell'uno contro uno palla a terra, i 2 centrali dovrebbero essere Perrotta, pescarese di nascita, prodotto del settore giovanile dei biancazzurri, l'anno scorso in prestito ad Avellino, tornato quest'anno a Pescara, difensore molto attento in marcatura, dotato di buona tecnica individuale e molto forte anche di testa, combattivo e cattivo agonisticamente anche se spesso troppo deciso ed irruento negli interventi difensivi, e Fornasier, ex Sampdoria, alla quarta stagione a Pescara, anche lui grande promessa qualche anno fa. 

A centrocampo i tre dovrebbero essere a destra il guineano di origini spagnole Machin, di proprietà della Roma, nella prima parte della stagione in prestito a Brescia, passato nel mercato di gennaio sempre in prestito al Pescara, nel giro della nazionale della Guinea Equatoriale, centrocampista classe 96' molto forte fisicamente ed anche valido tecnicamente, ancora pero' discontinuo nel rendimento anche all'interno di una stessa partita, al centro l'uruguayano Brugman, cresciuto nel suo paese nelle giovanili del glorioso Penarol, in Italia ex Empoli e Palermo, ormai alla quarta stagione con la maglia del Pescara, capitano e bandiera dei biancazzurri, centrocampista centrale di grande personalità in campo, dalla ottima visione di gioco e dalla grande tecnica individuale, che può giocare nella posizione di regista in mezzo al campo o di playmaker basso davanti alla difesa, dotato anche di un gran tiro che lo rende temibile dal limite dell'area, soprattutto sui calci piazzati, ed a sinistra Valzania, prodotto del settore giovanile del Cesena, ora di proprietà dell'Atalanta, da cui e'arrivato in prestito nel mercato estivo al Pescara, l'anno scorso sempre in prestito a Cittadella , centrocampista classe 96' nel giro della nazionale under 21, autore di due splendide reti nel match di andata contro la Ternana.

Non e' da escludere peraltro l'impiego, al posto di uno dei due esterni di centrocampo, od anche al posto di uno degli esterni di difesa, di Balzano, giocatore che può giocare in posizione di laterale di difesa o di laterale di centrocampo, esterno di grande corsa, combattività e grinta cresciuto nel settore giovanile del Bari, ex Cagliari, l'anno scorso a Cesena, tornato nel mercato estivo a Pescara dopo aver militato in maglia biancazzurra in serie B ed anche in serie A per diverse stagioni qualche anno fa. 

In attacco dovrebbero giocare sugli esterni Mancuso, 25 gol l'anno scorso alla Sambenedettese, arrivato nel mercato estivo al Pescara, acquistato dalla Juventus a gennaio e lasciato fino a fine stagione in prestito in maglia biancazzurra, esterno offensivo che può giocare in tutti i ruoli dell'attacco, punta di movimento veloce e forte fisicamente, temibile anche in area di rigore, autore delle tre reti nell'ultima vittoria casalinga per 3-2 con lo Spezia, e Falco, grande promessa ai tempi del settore giovanile del Lecce, quando fu soprannominato il Messi del Salento, più volte vicino alla Ternana nel corso della sua carriera, di proprietà ora del Bologna e girato in prestito l'anno scorso a Benevento, dove e' stato uno dei protagonisti della splendida vittoria del campionato dei sanniti, nella prima parte di questa stagione a Perugia con scarsi risultati e da gennaio ancora in prestito a Pescara, attaccante veloce e brevilineo, molto abile nel dribbling, estroso e fantasioso, molto tecnico, esterno mancino che ama partire da destra per convergere al centro e scatenare il suo potente sinistro, pericoloso anche nei calci piazzati dal limite, mentre al centro dovrebbe giocare Pettinari, ennesimo prodotto del florido settore giovanile della Roma, ex Crotone, al secondo campionato a Pescara, nella seconda parte della stagione scorsa in prestito alla Ternana, protagonista anche lui nella miracolosa salvezza dei rossoverdi dell'anno scorso, prevalentemente prima punta, ma che può essere impiegato in tutti i ruoli dell'attacco, già 13 reti quest'anno. 

Dovrebbe invece partire dalla panchina Cocco, cresciuto nel settore giovanile del Cagliari, ex, tra le altre, di Albinoleffe e Vicenza, dove ha vissuto la sua migliore stagione in serie B con 20 reti, alla terza  stagione a Pescara, l'anno scorso in prestito nella prima parte della stagione a Frosinone, poi, sempre in prestito, a Cesena, classico centravanti da area di rigore molto forte di testa e dall'ottimo fiuto del gol, magari non rapidissimo, ma sempre pericoloso soprattutto nei cross dalle fascie laterali, poco impiegato pero' finora quest'anno. 

L'arbitro sarà il fischietto pugliese Luigi Nasca.


Reazioni:

0 commenti inseriti:

Posta un commento

Commenta la polemica....

ranktrackr.net