LA TUA POLEMICA NEL BLOG?

Prenota il tuo spazio qui. INFO

domenica 22 aprile 2018




Ph Credits: Stefano Principi


Una Ternana travolgente nella seconda frazione di gioco compie l'impresa di ribaltare il risultato e fa ammutolire il Curi. 
Grande Montalto che arriva a venti gol, la dritta di Fabris al mister De Canio ha sortito l'effetto, entra Angiulli al posto di uno spento Signori e la Ternana sale in cattedra.
Breda a fine partita e' lapidario- un disastro- dobbiamo ripartire.

La Ternana compie un miracolo dopo un uno-due micidiale, rischia il tracollo ma grazie al coraggio e alla volontà sbanca il Renato Curi. Un 2-3 da applausi.
Un Perugia dimesso e presuntuoso getta la spugna, Di Carmine, Buonaiuto e Terrani sono gli unici a salvarsi da un grigiore generale.
La dea bendata questa volta non ci ha voltato le spalle, una discreta Ternana anche nel primo tempo, che passa in svantaggio immeritatamente e rischia un'imbarcata ingenerosa, riesce a dare il meglio di sé nella ripresa. Un Perugia disarmante permette ai rossoverdi di cambiare il destino ad una partita compromessa che rischiava di complicarsi definitivamente. Una vittoria di gusto, impensabile e improponibile anche dagli scommettitori e da tanti tifosi avviliti. "Siamo nati per tribolare". "I gufi sono stati smentiti".

La Ternana c'è e per la salvezza possiamo dire la nostra, una vittoria del genere sicuramente fa morale e aumenta la consapevolezza. Sotto con il Pescara, un altra finale da vincere.





A Perugia come a Terni si festeggia la vittoria del derby.
Un tripudio generale di colori e di cori per un derby da tre punti aspettato da troppi anni. Il sapore della vittoria per questa volta è in salsa rossoverde. Finalmente una gioia per i tifosi rossoverdi.









Reazioni:

0 commenti inseriti:

Posta un commento

Commenta la polemica....

ranktrackr.net