LA TUA POLEMICA NEL BLOG?

Prenota il tuo spazio qui. INFO

domenica 13 maggio 2018

Ultima in classifica con 75 gol subiti e con il minor bottino di vittorie, 7. Una catastrofe sportiva quella che ha vissuto la Ternana quest'anno, passando dalle stelle degli elicotteri per volare in serie A al triste ritorno in terza serie. 
Le scuse servono a poco, abbiamo apprezzato il mea culpa di Bandecchi dopo il post Pochesci e l'intermezzo Mariani ma le dichiarazioni di oggi sono decisamente inopportune
Una società seria e onesta che prende una squadra in una determinata categoria prima di paventare l'ipotesi di abbandonarla dovrebbe lasciarla dove l'ha presa. L'avv.to Proietti ai tempi della trattativa per il passaggio di consegne da Longarini a Bandecchi bisbiglio in disparte  "chissà se avrò fatto la scelta più giusta?" Alla luce dei risultati sicuramente no, è possibile che a nessuno sia venuto in mente stiamo sbagliando e lo continuiamo a fare?
Dopo una cocente delusione del genere è possibile che non sia abbia la voglia di riscatto e dimostrare di non essere incapaci?
Sono domande anche ovvie almeno che non si voglia fare un passo indietro, chiedendo scusa, lasciando il disturbo e addossando le responsabilità ad una tifoseria ostile che non vuole più la proprietà Unicusano.
Il Comune commissariato con tutti i problemi che ha si occuperebbe di calcio e farebbe da tramite a cercare una nuova proprietà?
Non c'è mai fine al peggio ma il Presidente plenipotenziario sempre onnipresente e fiducioso perché non chiede scusa alla città per il disastro sportivo conseguito?
Sappiamo che non si trova in buone condizioni di salute ma un comunicato di onestà intellettuale potrebbe farlo.
Quest'inverno gli operatori dell'informazione sono stati oggetto di scherni ed invettive prima di Pochesci poi di Bandecchi e Ranucci, considerati visionari e non conoscitori di calcio in quanto la squadra era forte e avrebbe raggiunto come minimo i play off e ora lo vogliamo dire chi si sbagliava?
Purtroppo queste sono magre consolazioni, ritrovarsi in serie C e retrocedere come una cenerentola dalla cadetteria senza appelli, in uno dei campionati più mediocri degli ultimi anni, è veramente inaccettabile.
Evangelisti ha pagato, mercato insufficiente e finestra invernale indecente ma poi i veri artefici del tonfo sono altri.
Le dichiarazioni post gara di Bandecchi forse sono anche strumentali, a mente fredda o non si sarebbe mai sbilanciato a fare esternazioni del genere o le sue parole sono frutto di un'attenta valutazione mirata ad un fine.
A questo punto non so che cosa sia meglio augurarsi per la Ternana, dopo aver fatto figuracce tutto l'anno non mi meraviglierei di nulla.
L'improvvisazione è figlia di una insana programmazione e se si persevera in quella direzione, vorrà dire che ci meritiamo quello che abbiamo.

Grazie per la vittoria del derby dopo ventisette anni, poi stendiamo un velo pietoso.


Reazioni:

0 commenti inseriti:

Posta un commento

Commenta la polemica....

ranktrackr.net