LA TUA POLEMICA NEL BLOG?

Prenota il tuo spazio qui. INFO

sabato 8 settembre 2018


di Benedetta Salvati, Assessore all’Ambiente

Su un tema così serio come quello del nesso tra ambiente e salute rimango sconcertata del fatto che in città non si riesca a fare un fronte comune e qualsiasi situazione debba essere strumentalizzata politicamente per mettere nel libro nero chi non fa parte della propria ristretta cerchia a cominciare dal nuovo assessore all'ambiente ed una giunta che, al contrario di quanto accadeva fino al recentissimo passato, intende ragionare con un metodo diverso su tematiche che necessariamente lo richiedono. 
Forse non  è chiaro che farsi paladini della salute dei cittadini da parte di chiunque è ovviamente lecito ed auspicabile ma farlo strumentalmente contro altri che, a differenza dei predecessori, hanno sensibilità e professionalità adeguate, diventa inutile se non pericoloso
La nuova amministrazione ha capacità tecnica e notevole sensibilità politica per tutelare la salute di tutti anche nello stare vicino a chi per fattori esterni, come può essere l'ambiente, si trova a dover percorrere le corsie degli ospedali ma di certo non alimenterà mai le comprensibili paure per farne motivo di facile consenso. 
Non mi convince la facilità con cui è stata commentata e comunicata in una rapida conferenza stampa uno studio epidemiologico di così tanto significato e di non facile banale comprensione anche per gli addetti ai lavori
Sullo studio Sentieri e sul fatto che l'amministrazione comunale di Terni ne avrebbe ritardata la divulgazione sono costretta a fare delle precisazioni. 

Funzionari di indiscutibile competenza, professionalità e relativi titoli di studio, dell'amministrazione comunale di Terni erano presenti a Roma a metà giugno alla presentazione dell'implementazione al 2013 dello studio Sentieri. Allo stesso evento hanno partecipato anche diversi rappresentati delle istituzioni sanitarie e di ricerca di Terni nei confronti delle quali, conoscendo di alcuni la indiscussa serietà,  non mi sembra giusto continuare a delegittimarne il ruolo, la buona fede e la preparazione. C’erano quindi a Roma varie delegazioni a testimonianza che questa tematica è cruciale per le istituzioni locali. 
In quella occasione alla domanda fatta dai nostri funzionari di avere in anteprima lo stralcio dello studio sul Sin Terni-Papigno è stato risposto che, ancorché non pubblicato ufficialmente, gli unici che avrebbero potuto averlo sarebbero stati i rappresentanti delle istituzioni sanitarie locali e che la divulgazione di questi dati si sarebbe dovuta concordare con coloro che hanno elaborato lo studio ovvero CNR, ISS e Ministero della Salute. Tramite la AUSL Umbria 2 siamo entrati in possesso dei dati e l'obiettivo da subito è stato quello di comunicarlo a tutti cittadini confrontandoci con loro in assoluta trasparenza

Questa amministrazione, proprio per evitare qualsiasi possibile trascuratezza o al contrario un uso distorto e negazionista di certi dati e di certe tematiche ambientali, anche per l’approccio scientifico dovuto alla mia non breve esperienza lavorativa, ritiene non solo di non sottacere alcune criticità  quanto piuttosto confrontarsi con i cittadini tutti su questi risultati nel modo più completo e trasparente possibile avendo riferimento sempre al principio di precauzione.  Ci siamo pertanto organizzati  congiuntamente ad istituzioni sanitarie ausl umbria 2 e ordine dei medici, ad enti di ricerca  come università, ad ordini professionali come l'ordine degli ingegneri di cui mi fregio di far parte ed insieme ai padri fondatori di Sentieri cioè CNR, ISS e Ministero dell'ambiente, in una giornata di approfondimento serio sull'argomento. Questo perché ognuno di noi vive in questa città, ha la propria famiglia ed i propri figli e non intendiamo chiudere gli occhi di fronte alle responsabilità che ci competono e che non intendiamo delegare ad altri, men che meno a coloro che anche su questi problemi delicatissimi ci auguriamo non voglia continuare ad essere solo e soltanto opposizione. E'stata quindi organizzata una giornata di approfondimento per il 14 settembre a Palazzo Gazzoli nella quale verrà presentato ufficialmente SENTIERI e molti altri studi e progetti epidemiologici di approfondimento svolti sul nostro territorio. Parteciperanno personalità del mondo medico e scientifico. 

Senza la minima volontà polemica, voglio sottolineare  che tutto l’impegno che abbiamo dedicato nei vari tavoli di confronto e di studio, con un percorso particolarmente impegnativo, è stato profuso nella ferma convinzione che la scienza merita rispetto, deve essere per tutti ma, per essere correttamente compresa non può essere divulgata in modo sommario.  

Anche per questo motivo sono felice di invitare gli esponenti del M5S e a tutti coloro hanno a cuore questi temi alla giornata di approfondimento in modo che possano partecipare e trarre, anche loro come noi, sommo beneficio  dalla comune riflessione a così alto livello.


                                                                                           
Reazioni:

0 commenti inseriti:

Posta un commento

Commenta la polemica....

ranktrackr.net