LA TUA POLEMICA NEL BLOG?

Prenota il tuo spazio qui. INFO

giovedì 7 febbraio 2019

Arriva al Liberati per la 25^ giornata del girone B del campionato di Lega Pro 2018-2019, contro una Ternana in netta crisi di risultati e di gioco che ha disperato bisogno di punti, la Virtus Vecomp Verona del presidente ed allenatore Luigi Fresco, reduce da una rocambolesca sconfitta casalinga negli ultimi minuti con la Triestina, e penultima in classifica. La società rossoblu veneta è all’esordio quest’anno nella terza divisione nazionale e dovrà probabilmente lottare fino all’ultima giornata per ottenere la salvezza, ma sta comunque onorando il campionato e vendendo cara la pelle in ogni partita, come nello scorso turno casalingo con la Triestina, come già accennato sopra, o nel precedente turno in cui ha ottenuto un ottimo pareggio a Bolzano con la Sudtirol.

Il tecnico e presidente Luigi Fresco è stato preceduto da un altro presidente allenatore, Nocini, che è stato in carica dal 1961 al 1982, ed è alla guida della società e sulla panchina dei rossoblu addirittura dal 1982, record per i club calcistico, una vera e propria istituzione quindi per la terza squadra professionistica veronese.
Di solito schiera la sua squadra con il 3-4-1-2, con un trequartista dietro le due punte, oppure con un più prudente 3-5-2, e probabilmente sarà quest’ultimo il modulo adottato dai rossoblu veneti al Liberati.
In porta dovrebbe giocare Chironi, giovane classe 97' in prestito dal Lecce nel cui settore giovanile è cresciuto.
In difesa i tre dovrebbero essere Trainotti, ex Monza e Mantova, tornato quest’anno a Verona dopo aver già militato con la Virtus alcune stagioni fa, Sirignano esperto difensore classe 85', e Jacopo Rossi, alla terza stagione alla Virtus, prodotto del settore giovanile dell’Hellas Verona.

A centrocampo a destra dovrebbe giocare Casarotto, a sinistra Manfrin, ex Chievoverona, arrivato a dicembre alla Virtus da svincolato, che può giocare esterno in difesa o a centrocampo, al centro i tre dovrebbero essere il romeno Onescu, da gennaio alla Virtus Verona, Giorico, arrivato anche lui a gennaio in prestito dal Carpi, ex anche di Modena e Cagliari, centrocampista di grande sostanza, e Manarin, ex Mantova, alla terza stagione alla Virtus, che dovrebbe essere il centrocampista più avanzato.

In attacco dovrebbero giocare Danti, ex rossoverde nel 2012 nel campionato vinto con Toscano nel quale peraltro non si distinse particolarmente, ex anche di Vicenza e Cosenza, attaccante ambidestro che può giocare in tutti i ruoli dell’attacco, molto mobile e rapido e dotato di un buon tiro, ma spesso discontinuo nel rendimento e non sempre lucido in zona gol, ed uno tra Ferrara, prodotto del settore giovanile del Sassuolo, ed il croato Grbac, alla seconda stagione a Verona, entrambe seconde punte.

L’arbitro sarà sig. Alessandro Meleleo di Casarano.


Reazioni:

0 commenti inseriti:

Posta un commento

Commenta la polemica....

ranktrackr.net