LA TUA POLEMICA NEL BLOG?

Prenota il tuo spazio qui. INFO

martedì 19 settembre 2017

Dopo l'anteprima che ha visto come principali protagonisti la trilogia di Liv Ferracchiati e le coreografie della compagnia francese Cie Nacera Belaza, si apre mercoledì 20 settembre la dodicesima edizione del Festival della città di Terni interamente dedicato alla trasversalità delle arti performative contemporanee e delle arti pubbliche. 

Mercoledi 20 settembre, alle ore 19:00 aprirà al pubblico Garden State progetto ideato dal collettivo MAMAZA fondato da Fabrice Mazliah, May Zarhy e Ioannis Mandafounis. 

Garden State è parte di una serie di progetti che operano a cavallo tra performance, coreografia e installazioni denominati “Enacted thoughts” pensieri in atto. 

Il progetto si è articolato in vari formati e si è sviluppato come una costellazione di collaborazioni coordinate e dirette da Fabrice Mazliah.Alle 19:30 inaugurerà con la partecipazione della Fondazione Carit, Museum of the Moon dell’artista inglese Luke Jerram. 

La luna vera e propria rappresentata dall’artista ha un diametro di 7 metri e riproduce una dettagliata immagine della luna rielaborata su di una foto di 120 dpi di proprietà della NASA. L’inaugurazione verrà accompagnata da un concerto di pianoforte curato dall’Istituto Briccialdi

Al Teatro Secci alle 21:00 Lucas De Man presenterà “De Man in Europe” una lettura/performance figlia del suo progetto In Search Of Europe, dove Lucas ha viaggiato in 17 città e 8 nazioni per 30 giorni. 

Durante il suo viaggio ha intervistato più di 20 giovani creativi che stanno cercando di migliorare le società in cui vivono e la cosa che più lo ha colpito è che c’è una nuova generazione che si sta agitando in Europa e che è davvero pronta a lottare per il cambiamento. 
Nello spettacolo viene messa in relazione la transizione che il nostro continente sta vivendo in questa fase con il cambio di paradigma cui abbiamo assistito precedentemente: il passaggio dal Medioevo al Rinascimento. 
In De Man in Europe Lucas utilizza alcuni frammenti video delle interviste per condurre il pubblico attraverso i maggiori temi e le battaglie della giovane generazione europea che ha incontrato nella sua ricerca.



Reazioni:

0 commenti inseriti:

Posta un commento

Commenta la polemica....

ranktrackr.net