LA TUA POLEMICA NEL BLOG?

Prenota il tuo spazio qui. INFO

sabato 18 settembre 2021

A partire da lunedì 20 settembre in Umbria si procederà alla somministrazione delle cosiddette “terze dosi” di vaccino anticovid ai soggetti che rientrano nelle categorie indicate dal Ministero della Salute e dalla Struttura commissariale. In Umbria sono all’incirca 15 mila i cittadini che potranno ricevere la dose addizionale, ovvero una dose aggiuntiva di vaccino a completamento del ciclo vaccinale primario, somministrata al fine di raggiungere un adeguato livello di risposta immunitaria dopo almeno 28 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario. Lo rende noto l’Assessorato regionale alla Salute,  informando che lunedì prossimo partiranno i Punti Vaccinali Ospedalieri e, successivamente, sarà programmato il coinvolgimento anche dei Punti territoriali. Dal 20 settembre quindi, le Aziende, attraverso i Punti vaccinali ospedalieri, inizieranno a procedere con l’organizzazione delle somministrazioni delle dosi addizionali nei confronti dei soggetti sottoposti a trapianto di organo solido o con marcata compromissione della risposta immunitaria per cause legate alla patologia di base o a trattamenti farmacologici e che abbiano già completato il ciclo vaccinale primario. I referenti dei PVO organizzeranno le somministrazioni in relazione al percorso di cura dei pazienti.

giovedì 16 settembre 2021

Da domani 17 settembre fino al 19 settembre 2021 Todi ospiterà la prima edizione dell’Umbria Cinema Festival. Il Festival è realizzato da Umbria Film Commission, la nuova fondazione istituita nel marzo 2021 e presieduta dal regista Paolo Genovese, dalla Regione Umbria e dal Comune di Todi, in collaborazione con Beryllium. Come sottolinea Paolo Genovese, Presidente dell’Umbria Film Commission e Direttore artistico del Festival – “l’Umbria Cinema Festival si pone l’obiettivo ambizioso di rappresentare un momento di sintesi per tutta la filiera del cinema italiano, attraverso la realizzazione di un evento di alto profilo in grado di portare i protagonisti del nostro cinema in una delle regioni più belle d’Italia, l’Umbria”. Moltissimi gli ospiti di questa prima edizione, il cui programma animerà alcuni dei luoghi più importanti e suggestivi della cittadina umbra: dalla Piazza del Popolo a Palazzo Pongelli fino al Cinema Nido dell’Aquila. Il cinema sarà il grande protagonista, con una selezione di film italiani usciti tra il 2020 e il 2021 a cui la giuria, formata dai membri del Comitato d’onore, assegnerà cinque premi: Miglior film, Migliore attrice, Miglior attore, Miglior sceneggiatura e Miglior fotografia. Un premio speciale, intitolato ad uno dei maggiori interpreti del mondo dello spettacolo recentemente scomparso, Gigi Proietti, sarà il Premio Gigi Proietti alla Carriera, che ogni anno verrà assegnato ad uno dei migliori attori del cinema italiano. Per questa prima edizione il premio è stato assegnato a Enrico Brignano. Dieci i film in concorso scelti per questa prima edizione che verranno presentati nelle tre giornate del Festival: Maschile Singolare (di Alessandro Guida e Matteo Pilati), Bastardi a mano armata (di Gabriele Albanesi), Occhi Blu (di Micaela Cescon), Fortuna (di Nicolangelo Gelormini), Il Cattivo poeta (di Gianluca Jodice), Comedians (di Gabriele Salvatores), Ritorno al Crimine (di Massimilano Bruno), La stanza (di Stefano Lodovichi), Tutti per Uma (di Susy Laude) e Morrison (di Federico Zampaglione). Tre giorni di cinema, spettacolo, teatro e musica che avranno in Piazza del Popolo la sua location principale. Si parte Venerdì 17 settembre alle ore 11.30 con l’incontro istituzionale dei Festival Umbri, mentre la prima proiezione dei film in concorso si terrà a partire dalle ore 15.00 al Cinema Nido dell’Aquila, con Ritorno al crimine e alle ore 17.00 con Comedians. Alle ore 18.00 verrà inaugurata la mostra fotografica di Adolfo Franzò, Shut close your eyes al Chiostro di San Fortunato, una galleria di ritratti in cui alcuni grandi protagonisti dello spettacolo, fotografati dall’artista in quasi trent’anni di carriera, vengono catturati in attimi magici, “ad occhi chiusi”.

Alle ore 19.00 il cinema sarà nuovamente protagonista, con la proiezione di Tutti pazzi per Uma.

Piazza del Popolo, a partire dalle ore 21.00, farà da cornice allo spettacolo evento di Christian De Sica, Una serata tra amici, in cui il celebre attore si esibirà in un vero e proprio one man show, in cui ripercorrerà le tappe più importanti della sua carriera.

Sabato 18 settembre vedrà le proiezioni di quattro dei film in concorso: dalle ore 11.00 il Cinema Nido dell’Aquila presenterà Bastardi a mano armata, alle ore 15.00 Occhi blu e alle ore 17.00 Fortuna. Alle ore 18.00 alla Sala del Consiglio si terrà la presentazione del libro di Luca Barbarossa, Non perderti niente edito da Mondadori. Alle ore 19.00 si terrà l’ultima proiezione della giornata, con il Cattivo poeta, presentato sempre al Cinema Nido dell’Aquila. Alle ore 21.00 si terrà la serata evento dell’UMBRIA CINEMA FESTIVAL, presentata da Tiberio Timperi con Carolina Rey. Madrina del festival e della serata, l’attrice Madalina Ghenea. Sul palco della piazza, che farà da sfondo alle premiazioni delle categorie in gara, si alterneranno grandi ospiti come Christian De Sica, Enrico Brignano, Stefano Fresi, Micaela Andreozzi e Michele Zarrillo. Accompagnerà la serata la musica folk - rock dell’Orchestraccia. I premi consegnati durante la serata sono stati realizzati dal Comitato artigiani ceramisti del Comune di Deruta.

Domenica 19 settembre, giornata conclusiva del festival, si parte dalle ore 11.30 con l’appuntamento a cura di Un’Idea per la Vita Onlus. Le proiezioni degli ultimi due film in concorso al festival, Morrison Maschile singolare, si terranno a partire dalle ore 15.00, mentre alle ore 18.00 alla Sala del Consiglio, Daniele Mencarelli, vincitore del Premio Strega Giovani 2020, presenterà in anteprima il suo nuovo romanzo, Sempre tornare, edito da Mondadori. Piazza del Popolo farà da sfondo al comico Dario Cassini, che dalle ore 19.30 presenterà un estratto del suo Spettacolo senza glutine, mentre a seguire si terrà il concerto Musiche da Oscar eseguito dall’Umbria Ensemble che proporrà alcune delle più celebri colonne sonore realizzate dai grandi maestri italiani fra cui Ennio Morricone, Nino Rota e Nicola Piovani.

Per maggiori informazioni: www.umbriacinemafestival.it

Tutti gli eventi saranno a ingresso gratuito – prenotazione obbligatoria sul sito del festival.

In caso di maltempo tutti gli eventi verranno spostati all’interno del Teatro Comunale di Todi.

In Umbria la curva epidemica, come pure la media mobile a 7 giorni, continuano a mostrare un trend in diminuzione.  L’incidenza settimanale mobile per 100.000 abitanti mostra il medesimo andamento con valori al 15 settembre pari 59 casi per 100.000: è quanto emerge dal Report settimanale sull’andamento della pandemia elaborato dal Nucleo epidemiologico regionale. Lo studio evidenzia che il valore dell’RDt sulle diagnosi calcolato per gli ultimi 14 giorni con media mobile a 7 giorni, si attesta ad un valore di 0,83. L’andamento regionale dell’incidenza settimanale mobile per classi di età mostra anche per la settimana presa in esame una maggior distribuzione dei casi tra i più giovani, anche se i valori sono in diminuzione rispetto alla settimana precedente. Le classi di età superiori a 65 anni mantengono tassi inferiori alla media regionale con valori sotto ai 50 casi x 100.000 abitanti. Tutti i distretti sanitari dell’Umbria hanno una incidenza inferiore a 100 casi per 1000.000 abitanti. Al 15 settembre risultano ospedalizzati 49 soggetti di cui 6 in terapia intensiva.

Il sindaco di Narni è intervenuto stamattina sull’ospedale cittadino. Sottolineando, in un comunicato, lo spirito di collaborazione, il sindaco ha sottoposto all'attenzione delle istituzioni regionali e della Usl la fase di stallo e di rischio di regresso che si sta registrando, secondo lui, nei servizi ospedalieri del territorio, in particolare quelli che riguardano l'ospedale di Narni.

Il sindaco ha ricordato di aver chiesto, già a suo tempo, un progetto di riorganizzazione ed integrazione tra i servizi ospedalieri del territorio alla cui elaborazione ha partecipato, soprattutto in tema di scelte ed ha sottolineato il fatto che tale progetto sia sostanzialmente fermo mostrando evidenti segnali di sfaldamento. Il polo chirurgico individuato a Narni, dopo un periodo di forte incremento delle prestazioni operatorie con il coinvolgimento sempre auspicato di strutture e professionisti del Santa Maria di Terni, ha sostenuto, si è interrotto nel mentre doveva compiere un passaggio, al contrario, di stabilizzazione e specializzazione della funzione chirurgica.

Navigare nell'incertezza, secondo il primo cittadino, rischia di compromettere un risultato atteso da tutti, nella fase post pandemica, e di non avere nel territorio una struttura che può aiutare a sgravare, ordinariamente, interventi di bassa e media specialità su cui esistono liste di attesa impegnative come alternativa anche all'utilizzo di cliniche in convenzione fuori provincia.

Sullo stesso versante ha sostenuto che inizia ad essere preoccupante il ritardo del compimento dei lavori di adeguamento dei locali che dovranno ospitare la riabilitazione post chirurgica. Ancora il sindaco informa che secondo notizie non ufficiali che gli risultano, altra scelta individuata nel progetto di riorganizzazione ed integrazione delle strutture ospedaliere del territorio (a partire da quelle di Amelia e Narni) rimasta per ora sulla carta in attesa dei lavori che, potrebbero partire ai primi di ottobre. Altrettanta preoccupazione è manifestata per lo svuotamento di funzioni dell'area ginecologica che ha di fatto dismesso l'attività ambulatoriale garantendo solo interventi chirurgici di bassa complessità.

Mostrando i limiti di una dotazione organica che non riesce, ovviamente, a garantire una più massiccia e attesa quantità e qualità di servizi, secondo il sindaco. Lo stesso avverrebbe, sempre a parere del primo cittadino, nella radiologia che per gli stessi problemi ed essendo impegnata nelle strutture di Narni e Amelia ha dovuto interrompere gli esami TAC mantenendo soltanto le indagini RX. Il sindaco sottolinea questo stato di fatto ricordando che nel frattempo è avvenuto un solo passaggio, portato a compimento con rapidità ed efficacia, quello dello spostamento della medicina nell'ospedale di Amelia come contenuto nel progetto di integrazione e come anche da egli condiviso nel quadro di riorganizzazione individuato l'anno scorso che aveva un significato positivo solo nella sua integrale applicazione.

Il sindaco nel comunicato chiede di riprendere immediatamente e portare a compimento tale processo di integrazione del nostro ospedale sia sul versante ternano che amerino perché oggi, come sottolineato efficacemente e dettagliatamente anche dal dott. Bazzucchi e da tanti operatori e cittadini, si rischia oggettivamente e praticamente, a parere del sindaco di Narni, una strada di non ritorno, un'accentuazione irreversibile dei livelli di servizio e risposta alla domanda di salute dei cittadini.

Il primo cittadino parla quindi di un rischio concreto di occasione fallita nel mettere a frutto l'esperienza covid che ha messo alla luce con chiarezza la strategicità, il valore aggiunto delle strutture ospedaliere periferiche che possono essere supporto fondamentale per le più grandi strutture ospedaliere (come l'ospedale di Terni) nell'ospitare funzioni specializzate e, come nel caso di Narni, indirizzate ad una bassa e media complessità di intervento chirurgico e diagnostico, tema sul quale si consolidano i dati più preoccupanti sui tempi di risposta rapida e certa ai cittadini e che generano le lunghissime liste di attesa che conosciamo.

Chiaro è, si legge poi nel comunicato, che il compimento del processo di riorganizzazione ed integrazione sarebbe un elemento che aiuterebbe anche l'individuazione e la stabilità della presenza delle figure professionali da impegnare e impegnate nei nostri plessi ospedalieri del territorio.

In un quadro dove i professionisti ad oggi impiegati sono, in una parte importante dei casi, vicini alla pensione e con un cumulo significativo di ferie da smaltire o, caso diffuso nelle professionalità più giovani, con contratti a termine che ad oggi non ne garantiscono la continuità. Altro aspetto sollevato dal sindaco è quello del quadro dei concorsi assunzionali della Usl che non comportano la giusta motivazione in capo ai soggetti vincitori che scelgono di andare ad operare in strutture che garantiscono una prospettiva professionale più solida e duratura.

Il sindaco ha annunciato che chiederà alla presidente della Regione, all'assessore regionale alla sanità ed alla direzione della Usl un incontro che permetta di affrontare, accanto ai temi fondamentali, una verifica del percorso del progetto dell'ospedale unico di Narni-Amelia sul quale, come più volte sottinteso in passato ed avendo apprezzato le novità funzionali associate allo stesso (incontro aprile di presentazione ai sindaci dei contenuti funzionali del progetto esecutivo), serve confermare e stabilizzare il finanziamento PNRR per la sua costruzione e rapidissimamente affrontare il tema della viabilità associata al nuovo ospedale dal punto di vista del finanziamento, della progettazione e dei tempi di realizzazione.  

 

Thyssenkrupp vende l’acciaieria AST al gruppo italiano Arvedi 


  • Raggiunto un nuovo traguardo nel processo di focalizzazione del portafoglio e riassetto del gruppo
  • AST potrà beneficiare degli investimenti previsti della nuova proprietà e da prospettive di sviluppo interessanti
  • Le parti hanno concordato di non divulgare il prezzo d'acquisto; il closing dell’operazione è previsto entro la prima metà del 2022
  • Martina Merz: “Questa quarta transazione dimostra come stiamo lavorando alle nostre priorità, facendo progressi decisivi nel processo di trasformazione di thyssenkrupp.” 


Thyssenkrupp ha annunciato oggi la vendita di Acciai Speciali Terni (AST), inclusa la relativa organizzazione commerciale in Germania, Italia e Turchia, alla società italiana Arvedi, raggiungendo così un nuovo traguardo nel riassetto del gruppo. È stato concordato di non divulgare il prezzo d’acquisto. La transazione è soggetta all’approvazione del Consiglio di Sorveglianza di thyssenkrupp AG e all’autorizzazione dell’autorità antitrust europea. Il closing dell’operazione è previsto entro il primo semestre 2022. Inoltre, thyssenkrupp sta esaminando la possibilità di mantenere una partecipazione di minoranza nel gruppo AST. I dettagli riguardo a tale possibilità saranno concordati entro il closing.


Il gruppo AST, con un fatturato di circa 1,7 miliardi di Euro nell’esercizio 2019/2020, impiega attualmente circa 2.700 dipendenti. Con la vendita, thyssenkrupp si separa dalla quarta società in portafoglio nel segmento Multi Tracks. Si tratta di un ulteriore passo importante nella trasformazione del gruppo verso un “Group of Companies” altamente performante. 


Martina Merz, Amministratore Delegato di thyssenkrupp AG: “Questa quarta transazione dimostra come stiamo lavorando alle nostre priorità, facendo progressi decisivi nel processo di trasformazione di thyssenkrupp.” Martina Merz continua: “La velocità di implementazione della strategia di focalizzazione del portafoglio è decisiva per il nostro processo di trasformazione. Allo stesso tempo, il miglioramento della performance resta la nostra principale priorità. Anche da questo punto di vista siamo a buon punto e continuiamo a lavorare. Volkmar Dinstuhl, CEO del segmento Multi Tracks e Presidente di AST integra le affermazioni: “Siamo lieti che il gruppo Arvedi sia il nuovo proprietario di AST in quanto promuoverà lo sviluppo di AST con investimenti e innovazioni.”


Grazie alla combinazione con AST, il gruppo Arvedi si consoliderà tra i principali player europei nel settore dell’acciaio. Il Gruppo Arvedi, a controllo familiare, è attiva principalmente nella produzione e lavorazione di acciaio al carbonio e inossidabile. Arvedi impiega attualmente 3.500 dipendenti e ha annunciato investimenti significativi in relazione all’acquisizione di AST. 


Il fondatore e presidente di Arvedi, Cavaliere Giovanni Arvedi ha dichiarato: “L’operazione rappresenta un rafforzamento del Gruppo Arvedi in quanto ne completa, in una sinergia industriale, il mix produttivo. Un’operazione di sistema Paese che potrebbe dare inizio ad altri positivi sviluppi. Ci fa piacere il segno di continuità e di fiducia che la Società thyssenkrupp ha desiderato dimostrare valutando la possibilità di mantenere una quota di partecipazione di minoranza in AST.”


Anche con riguardo alle altre due società del portafoglio nel segmento Multi Tracks si sono registrati progressi: a fine luglio 2021 è stato firmato l’accordo per la vendita del business Mining all’impresa danese FLSmidth. Poco dopo è seguita la firma dell’accordo per la vendita del business Infrastructure a FMC Beteiligungs KG. La vendita di tk Carbon Components alla società austriaca Action Composites GmbH è stata realizzata il 31 agosto. Inoltre, entro la fine di questo mese si concluderà la chiusura dello stabilimento per la produzione di lamiere di Duisburg.

martedì 14 settembre 2021

Nell’adesione alla vaccinazione anti covid l’Umbria si colloca al quinto posto tra le regioni italiane, con il 75,8 per cento della popolazione che ha ricevuto la prima dose di vaccino e il 69,6 per cento che ha completato il ciclo con due dosi. In Umbria sono state vaccinate prioritariamente le persone anziane e i soggetti fragili: il 91 per cento degli over 50 ha ricevuto almeno una dose di vaccino, per gli over 70 si va oltre il 96 per cento. La comunicazione arriva dall’Assessorato regionale alla Salute, informando che la messa in sicurezza delle persone anziane ed estremamente vulnerabili rimane una priorità. Proprio per garantire la sicurezza di queste fasce della popolazione, dalla Direzione regionale Salute, è stata inviata una lettera a tutti i direttori di distretto per ribadire l’obbligo vaccinale a tutti i soggetti che entrano nelle Rsa a qualsiasi titolo, come previsto dal decreto legge 122 del 10 settembre 2021. Contemporaneamente, in applicazione alle disposizioni ministeriali si sta predisponendo il piano per la somministrazione, presumibilmente a partire dalla prossima settimana, di dosi addizionali alle categorie maggiormente esposte a rischio. Vi rientrano in primis i trapiantati di organi e i soggetti che presentino sulla base della valutazione clinica un livello di immunocompromissione assimilabile. Inoltre, per i grandi anziani (ultraottantenni) e per i soggetti ricoverati nelle Rsa, proprio per mantenere un’efficace risposta al vaccino, è prevista una terza dose dopo almeno 6 mesi dall’ultima somministrazione. Questa opzione si valuta anche per gli operatori sanitari a seconda del livello di esposizione all’infezione e in base al rischio individuale, in accordo alla strategia generale della campagna vaccinale. Durante il periodo estivo la campagna vaccinale regionale ha puntato molto sulle fasce d’età più giovani, con molteplici iniziative, tra cui gli open day e, da domenica 12 settembre, anche sulla possibilità di presentarsi ai punti vaccinali senza prenotazione. Attualmente, nella fascia 12-19 anni sono stati vaccinati con prima dose oltre 41.000 giovani su 61.000 (il 66 per cento) mentre nella fascia 20-29 anni sono oltre 59.000 i vaccinati su 79.000 (il 75 per cento). Tra i soggetti risultati positivi il 90 per cento non ha una vaccinazione completa e questo dato dimostra che la vaccinazione rimane lo strumento indispensabile per uscire dalla pandemia. La grande maggioranza dei cittadini umbri lo ha ben compreso: da mesi infatti, l’Umbria è tra le Regioni che somministrano in maniera più puntuale ed efficace le dosi consegnate dalla struttura commissariale nazionale. Per rendere ancora più sicura la comunità si invitano tutti i cittadini ancora non immunizzati a vaccinarsi per proteggere se stessi e i propri familiari e permettere una ripresa della vita economica, sociale e culturale a partire dalla scuola in presenza.

lunedì 13 settembre 2021

Emanuele settimi è il trionfatore del sabato pomeriggio a Giulianova, pur partendo dalle retrovie trova i giusti stimoli per recuperare posizioni su posizioni e aggiudicarsi il 1° posto assoluto. 1500 m di nuoto, 40 km di bici e 10 km di corsa per dimostrare il ritorno alla vittoria dell'atleta lacustre. La pandemia e la rottura del tallone d'achille l'avevano tenuto fuori dai campi di gara. Testa, cuore e gambe, l'amore smisurato per questo sport gli hanno permesso di ripartire con una forza agonistica eccezionale. Emanuele Settimi, conquista per la squadra di Piediluco la prima vittoria assoluta ad un olimpico ranking. Emanuele a fine gara dedica la vittoria a Fabrizio Rivelli, atleta scomparso recentemente. Nella stessa gara Alessandra Lippa, sempre del Piediluco triathlon, conquista un ottimo primo posto di categoria.



Con una nota del 10 settembre, indirizzata alle Avis Comunali della provincia di Terni, il Presidente dell'Avis regionale dell'Umbria, Enrico Marconi, ha inviato la richiesta di attivazione dei donatori per la carenza di sangue comunicata dal Responsabile del SIT di Terni. "Cari Presidenti, in questi giorni siamo stati informati che si è aggravata la carenza di sangue presso l’ospedale di Terni, come da comunicazione ricevuta ieri da parte del Dott. Augusto Scaccetti, che di seguito si riporta -“Oggetto: dati 8-9. Per le AVIS. Come già comunicato ieri le scorte del SIT di Terni sonno abbondantemente sotto i limiti. Ieri abbiamo dovuto iniziare a non assegnare sangue per le sale operatorie, anche per interventi su carcinomi. Oggi le proteste sono giunte numerose, anche per scritto, alla Direzione Aziendale ed ai reparti chirurgici. Senza il vostro aiuto il problema non è risolvibile. In Umbria ed in Italia non ci sono disponibilità di scorte. Distinti saluti. Dr Augusto Scaccetti“. Il senso della richiesta è chiaro, la circostanza di rendere necessario il differimento di interventi chirurgici, addirittura su carcinomi, evidenzia la estrema gravità della situazione e ci impone un maggiore impegno al fine di poter inviare i nostri donatori per sopperire alle carenze. Il Presidente Marconi invita a porre in essere il massimo sforzo per contattare i donatori al fine di aumentare le prenotazioni in modo da coprire le esigenze necessarie, attuali e future. 


Gioved’ 16 settembre, ore 12, a Perugia, nel Salone D’Onore di Palazzo Donini si terrà la presentazione di Umbria Cinema Festival in programma a Todi il 17-18 e 19 settembre. Interverranno Paolo Genovese, presidente Umbria Film Commission; Cristina Priarone, presidente Italian Film Commission; Madalina Ghenea, Madrina Umbria Cinema Festival; Christian De Sica, Marco Bocci, Antonella Tiranti Dir. Cultura Regione Umbria e Sandra Proietti, Dir. Cultura Comune Todi.

 

Musica, integrazione, arte locale e volontariato. Un mix di ingredienti che ha decretato anche quest’anno il successo dell’Ephebia Festival ospitato  al parco dei Pini di Narni Scalo e organizzato dai volontari dell’associazione Ephebia. Un Festival diventato un appuntamento fisso per le associazioni locali, che partecipano sempre con grande entusiasmo sapendo che l’ambiente positivo e propositivo che si viene a creare durante il principale evento annuale dell’associazione Ephebia è la piazza ideale per promuovere le proprie iniziative, scambiarsi idee e stringere relazioni durature che portano a realizzare progetti in rete, strumento essenziale per la crescita umana e culturale di un territorio. “Questo Ephebia è stato emozionante e profondo - dice la presidente, Eleonora Castellani.  Un carico di emozioni, di vita e di energia che ci fanno sentire più vivi che mai. Grazie a chi c'era, ai musicisti e soprattutto ai volontari che, nonostante tutto, continuano a lottare per rendere possibile tutto questo”. 

Nella Cittadella della Musica e dell’Integrazione sono state coinvolte associazioni locali culturali che operano sul territorio nel settore dell'integrazione e dell’accoglienza, Arci, San Martino, Laboratorio Idea. Accanto ai concerti, alle mostre d’artigianato locale, alle scuole di musica, alle liuterie, alle iniziative dedicate a bambini e ragazzi l’evento “Ricordando Gino Strada” con Arci e Gruppo EmergencyTerni. “Viviamo un momento strano, in cui dobbiamo reinventare il concetto di stare insieme ma in cui è fondamentale trovare il modo di farlo - dice il direttore artistico, Thomas El Honsali.  Viviamo in un momento in cui organizzare un concerto è difficilissimo, stressante, ma lo fai perché hai mille motivi che ti spingono a continuare, sempre e comunque. Anche con il vento contro”.

giovedì 9 settembre 2021

L’andamento giornaliero della curva epidemica nella settimana dal 30 agosto al 5 settembre mostra un’evoluzione decrescente rispetto alla settimana precedente e la media mobile a 7 giorni tende ad assumere un trend in diminuzione: è quanto emerge dal report settimanale elaborato dal Nucleo epidemiologico regionale sull’andamento dell’epidemia nella nostra regione. Dallo studio emerge che l’incidenza nella settimana presa in considerazione è pari a 70 casi per 100.000 abitanti, mentre il valore dell’RDt sulle diagnosi calcolato per gli ultimi 14 giorni con media mobile a 7 giorni, si attesta ad un valore di 0,90. L’andamento regionale dell’incidenza settimanale per classi di età conferma che i valori sono in diminuzione rispetto alle prime settimane di agosto e le classi con l’incidenza più elevata sono 11-13 anni, 14-18 anni e 19-24 anni. Tutti i distretti sanitari dell’Umbria hanno una incidenza inferiore a 100 casi per 1000.000 abitanti l’unico che si avvicina alla soglia dei 100 casi è il distretto di Spoleto. Gli indicatori di gravità (ricoveri in area medica e terapia intensiva, decessi) della pandemia si mantengono piuttosto stabili e dal 30 agosto ad oggi, 8 settembre, si è registrato un solo decesso il 03/09/2021. Fra i soggetti risultati positivi dal 30 agosto al 5 settembre, il 66 per cento non aveva effettuato la vaccinazione con nessuna dose, il 12 per cento aveva ricevuto una sola dose e l’1 per cento con la somministrazione della seconda dose da meno di 15 giorni quindi ancora con una vaccinazione non efficace. Il totale dei positivi dall’inizio dell’epidemia al 08/09/2021 è pari a 62.460 (di cui attualmente positive 1.508). Nell'arco temporale preso in esame sono state somministrare 25 mila 700 dosi di vaccino.

In relazione all’avvio del nuovo anno scolastico, i bambini da 0 a 11 anni da domani, 10 settembre, potranno avvalersi gratuitamente di test diagnostici antigenici rapidi presso le farmacie aderenti pubbliche e private dell’Umbria. E’ quanto stabilito dagli assessorati regionali all’istruzione e alla salute con l’obiettivo di promuovere, fin da subito, una campagna di screening preventivo per garantire la massima sicurezza possibile nell’ambiente scolastico. La decisione, assunta sulla base del parere espresso dal Comitato scientifico dell’Umbria, – affermano all’assessorato all’istruzione -  si propone di mettere in campo ulteriori misure di contrasto alla pandemia, tanto più con la ripresa delle attività didattiche in presenza. Prosegue quindi anche per l’anno scolastico 2021-2022 l’attività di testing avviata nelle scuole umbre lo scorso anno. Per la prima fase del Programma, che potrà subire modifiche tenendo conto dell’evoluzione epidemiologica e delle disposizioni nazionali, l’assessorato all’istruzione ha stanziato 500 mila euro a valere sul Fondo sociale europeo. 


martedì 7 settembre 2021

Si svolge anche quest’anno a Narni l’edizione di Ephebia Festival che si terrà al Parco dei Pini “Bruno Donatelli” dello scalo il 10 e 11 settembre. L’associazione che porta il nome della rassegna ha organizzato il festival con la collaborazione dell’assessorato alla cultura del Comune di Narni e porterà in città nomi di livello nazionale. Confermata la Cittadella della Musica e dell’Integrazione che coinvolge associazioni locali e culturali operanti sul territorio, in particolare Arci, San Martino, Laboratorio Idea. Ci saranno stand di artigiani locali, un’area dedicata al food and beverage a cura di Ephebia, scuole di musica, liuterie e una programmazione esclusivamente dedicata ai ragazzi e ai bambini. Gli organizzatori sottolineano che nel corso degli anni, il festival è diventato un appuntamento fisso per le associazioni locali che partecipano sempre con grande entusiasmo sapendo che l’ambiente positivo e propositivo che si viene a creare durante il principale evento annuale dell’associazione Ephebia è la piazza. Un luogo ideale per promuovere le proprie iniziative, scambiarsi idee e stringere relazioni durature che portano a realizzare progetti in rete, strumento essenziale per la crescita umana e culturale di un territorio. Il festival è incentrato sulla totale fruibilità dell’evento nel rispetto delle normative e sull’importanza della musica come strumento di condivisione e come valore collettivo. La direzione artistica è sotto la guida di Thomas el Honsali.

IL PROGRAMMA:

10 settembre/ una serata tutta Local

Apertura area stand e cittadella dalle h 18.00

A seguire:

Poetry slam a cura del collettivo Catena e di Matteo Paloni ( novità assoluta di Ephebia festival 2021)

Rio Sacro

Vinyasa and the Motherfunkers


11 settembre

Apertura stand e cittadella h 18.00

A seguire:

Pocaroba

Lorenzo Kruger

Il Muro del Canto   

Farà tappa a Narni domenica prossima l’Umbria Green Festival, l’annuale rassegna che si occupa di sostenibilità ambientale. Alle 8.15 partirà il convegno itinerante “Mobilità da Vivere", un circuito Narni-Terni-Narni da svolgere con tutti mezzi alternativi all'auto privata. Si partirà da Piazza Priori, a piedi o in bici, si raggiungerà la stazione ferroviaria e si prenderà il treno con trasporto bici. Arrivati a Terni si svolgerà un circuito ciclopedonale urbano per poi rientrare a Narni in bus. Un bus con rastrelliera per le bici. Durante il percorso interverranno esperti e professioni della mobilità e rappresentanti di BusItalia ed Rfi per illustrare come già oggi una alternativa al mezzo privato esiste e come può essere migliorata. Alle 11.30 all’Auditorium Bortolotti del complesso di San Domenico ci sarà il convegno "Nuovi stili di vita per vincere la sfida del clima" con la partecipazione della sottosegretaria alla transazione ecologia Ilaria Fontana, il direttore di Arpa Umbria, Luca Proietti, il presidente Anci Michele Toni Accini insieme ad esponenti di attività produttive ed economiche legate al mondo della green economy. In programma anche il raduno nazionale della mobilità elettrica. Circa 30 equipaggi 100 per cento elettrici provenienti da tutta Italia visiteranno Narni e le sue bellezze turistiche e culturali. Alle 18 ancora all’Auditorium Bortolotti il giornalista Marco Frittella incontrerà Andrea Baccarelli, scienziato di fama internazionale, attuale direttore del dipartimento di medicina ambientale della Columbia University di New York Alle 18 e 30 il convegno di presentazione del progetto Life Clivut (climate value ok urban trees) il cui obiettivo generale è quello di sviluppare e implementare una strategia per il verde urbano e per il clima. La presentazione sarà a cura del dipartimento di ingegneria civile e ambientale dell'Università di Perugia. La giornata si concluderà con il concerto della Banda Osiris al teatro Manini.   

lunedì 6 settembre 2021

Si terrà domani alle 21 e 15 in Piazza Cesi ad Acquasparta il concerto di Simone Cristicchi che apre la serie di tre esibizioni che vedranno sui palchi della cittadina umbra anche Niccolò Fabi e Francesco De Gregori. Lo spettacolo di Cristicchi si intitola “Abbi cura di me” e precede quello di Fabi in programma il 10 settembre allo stadio di calcio. I concerti proseguiranno l’11 con Beatrice Beltrami e Antonio Minori, due artisti acquaspartani conosciuti anche nel territorio nazionale, che porteranno in scena lo spettacolo “Che la vita abbia un senso” ai giardini di Palazzo Cesi.  Chiusura il 12 settembre, sempre allo stadio, con il concerto di Francesco De Gregori. Il programma è stato presentato stamattina in Provincia dagli assessori comunali di Acquasparta al turismo e cultura e alle politiche sociali. E’ stato sottolineato che i concerti sono l’unica occasione in regione per assistere, questa estate, ai live di Fabi e De Gregori. Prima degli spettacoli gli artisti incontreranno i ragazzi del luogo, specialmente quelli della fascia 13-25 anni, per un dibattito su “L’arte che ispira”, al fine di ragionare insieme e capire come, grazie alla passione per l’arte e alle passioni in generale, sia possibile riscattarsi e risollevarsi da situazioni di disagio personale e sociale. Il Comune ha infatti sottolineato che sta varando un programma per cercare di invertire la tendenza dei giovani di Acquasparta ad andare via, fuori comune o addirittura all’estero. Un problema che riguarda una larga fetta di ragazzi e ragazze di Acquasparta. Secondo il Rapporto Mediacom043 sul 'buco generazionale' tra il 2009 e il 2019 Acquasparta ha perso il 37,3 per cento della popolazione all’interno della fascia 25-40 anni. 

L'impegno del Movimento 5 Stelle nelle amministrative umbre: "Baluardo dei beni comuni a difesa dei presidi territoriali"

A garanzia della trasparenza e degli interessi dei beni comuni. Sanità e difesa dei presidi territoriali, emergenza climatica ambientale, giustizia sociale e nuova gestione nell'approccio alla cosa pubblica. Senza compromessi al ribasso e giochi di palazzo che come sta facendo il centrodestra in Umbria relegano i cittadini all'ultimo posto. Così il Movimento 5 Stelle ha presentato i propri candidati alle prossime elezioni amministrative del 3-4 ottobre. Presenti nella Sala della Vaccara a Perugia il consigliere regionale Thomas De Luca, la senatrice Emma Pavanelli, la deputata Tiziana Ciprini ed i capilista di Città di Castello, Assisi, Spoleto e Amelia.

"Il Movimento 5 Stelle c'è e vuole fare la differenza in questa nuova fase insieme al presidente Giuseppe Conte - ha detto Thomas De Luca - i percorsi di coalizione sono stati costruiti dentro progetti che mettono al centro i cittadini. Siamo pronti a fare la differenza sui nostri temi fondamentali. Trasparenza dentro le partecipate, difesa dei presidi territoriali e dei beni pubblici dalla minaccia di svendite e privatizzazioni, la ricostruzione di un tessuto sociale nel periodo post pandemia. Ad Assisi, Spoleto e Amelia siamo nell'ampia coalizione di centro sinistra. A Città di Castello abbiamo fatto una scelta coraggiosa a sostegno di Luciana Bassini perchè volevamo un segnale netto di discontinuità su gestione rifiuti e partecipate che non c'è stato".

Proprio Città di Castello è stata letteralmente depennata dal Pnrr dell'Umbria. "Città di Castello vive un momento particolare - ha spiegato Anna del Buono d'Ondes, capolista del Movimento 5 Stelle che sostiene la candidata sindaco Luciana Bassini - ci siamo uniti ad altre liste che condividono con noi una visione diversa rispetto al passato. Partecipazione cittadina e trasparenza sono le nostre linee guida, cose che finora non si sono mai viste. A Città di Castello non manca nulla ma è tutto in degrado, c'è incuria totale sul bene comune. Bisogna valorizzare ciò che abbiamo e condividerlo, per questo puntiamo su sostenibilità e riqualificazione".

Ad Assisi dove la destra ha governato per anni si parla solo adesso di delocalizzare le ex Fonderie Tacconi. La lista del M5S che sostiene la sindaca uscente Stefania Proietti è guidata da Fabrizio Leggio: "La scelta di sostenere il blocco di centro sinistra è stata relativamente facile. La destra è polarizzata sulle posizioni estreme, xenofobe e omofobe di Lega e Fratelli d'Italia che sono lontano mille miglia dalle nostre sensibilità. Già cinque anni fa speravamo che Stefania Proietti potesse essere la nostra candidata sindaco. Pensiamo di poter incidere con i nostri temi al tavolo del governo della città e condividerne le scelte. Stefania proietti ci dà garanzie sulla sensibilità ai temi ambientali e alla lotta agli sprechi".

A Spoleto la lista del Movimento 5 Stelle sostiene il candidato Andrea Sisti: "Ci siamo, siamo ricchi di valori e idee che non volevamo la strada - ha detto la capolista Agnese Protasi - il nostro comune attualmente gestito dal Prefetto è stato devastato negli anni da una politica che ci ha messo ai margini. Un ospedale depauperato dopo l'emergenza Covid di ogni potenzialità: non sono tornati medici nè i reparti di emergenza. Un danno per territorio e cittadini. Nella nostra lista ci sono 18 persone in gamba, niente riempilista ma solo chi aveva voglia di esserci. Per noi la questione ambientale vuol dire industrializzazione rispettosa, transizione digitale ed economica pensando anche alla formazione di chi lavora in Comune e anche dei cittadini". La scelta calata dall'alto di eliminare servizi essenziali rischia di danneggiare così un vasto territorio che va dall'alta Valnerina al ternano e al folignate.

Ad Amelia dove vanno in scena le passerelle elettorali intorno al Rio Grande che per anni è stato dimenticato, la lista civica che sostiene il candidato sindaco Pompeo Petrarca ci sono anche i candidati consiglieri del M5S tra cui Gianfranco Chieruzzi: "Si chiama Amelia Domani per dare una svolta e guardare al futuro. Una nuova pagina per Amelia più attrattiva per le imprese e più solidale, con una sanità più dignitosa. La prima cosa sarà riconsiderare il servizio di Pronto Soccorso h24 e la presenza di ambulanze. Ascoltare e coinvolgere i cittadini ripristinando le consulte e istituendo tavoli con associazioni di categoria. Vogliamo attrarre giovani, idee, turisti. Bisogna rimettersi in moto. Troppo tempo siamo rimasti impantanati nei nostri problemi".

In chiusura gli interventi della senatrice Emma Pavanelli e della deputata Tiziana Ciprini. "Presentiamo liste di cittadini puliti che da anni si impegnano sui territori - ha detto la senatrice Pavanelli - il M5S non perde le sue radici e punta sulla credibilità dei suoi candidati. I fondi da qui al 2026 saranno gestiti dai nostri sindaci, saranno loro che dovranno dimostrare la capacità di fare cambiamenti e progetti validi sui loro comuni. Serve un cambio di passo repentino". Per Tiziana Ciprini "è importante avere il M5S all'interno delle coalizioni per le amministrative: occorre un presidio nei comuni e la capacità di mediazione dentro le coalizioni per continuare ad essere ago della biancia".

Lista Movimento 5 Stelle Citta di Castello: Anna del Buono d’Ondes, Stefano Picchi, Eleonora Stacchetti, Anna Roberta Fois, Mauro Invidia, Selma Aurora Carrera, Flora Benvenuti, Sara Abdellaoui, Madia Elvira Alò, Lanfranco Sarti, Nikita Ciocchetti, Paolo Colagiovanni, Alessandra Rossi, Alice Bacci, Matteo Cardinali, Federica Luchetti, Stefania Granci, Aurore Perone.

Lista Movimento 5 Stelle Assisi: Fabrizio Leggio, Adriano Tofi, Isabella Fischi, Adil Zaoin, Fausto Trubbianelli, Gabriella Di Paola, Andrea Mancinelli, Moreno Proietti Gagliardoni, Rosa Piscopo, Arcangelo Vitagliano, Aslan Palombo, Antonella Casagrande, Lorenzo Moretti, Roberto Mazzeo, Franca Niglio in Lunghi.

Lista Movimento 5 Stelle Spoleto: Agnese Protasi, Samuele Bonanni, Francesco Capaldini, Maura Ciavatta, Cesare De Rosa, Marco Fortunati, Lucrezia Gentili, Nicoletta Loreti, Domenico Oronzo Lorizzo, Marinella Marinelli, Giacomo Mollaioli, Enrico Morganti, Lorenzo Orazi, Jessica Patrizi, Alessandra Poli Sandri, Giulia Rossi, Michele Rutigliano, Anna Sebasta.

Candidati del M5S nella lista Amelia Domani: Marco Monzi, Marco Piciucchi, Maria Elisa Perotti, Gianfranco Chieruzzi, Romano Banella.


L'edizione numero nove del Tributo a Sergio Endrigo -Città di Terni- si conclude con un grandioso spettacolo di musica e di luci che illuminano le acque del lago di Piediluco. Una tre giorni di emozioni, dai concerti nei cortili Morelli e Fabrizi con protagonisti i talenti ternani fino alla serata di ieri con Raphael Gualazzi. Un piano che per per essere posizionato sul pontile “vola” sul lago imbracato e sollevato da un potente mezzo gru (una operazione delicata e precisa); l'arrivo e la ripartenza dal lago di Raphael Gualazzi con il catamarano del Circolo Canottieri, le ovazioni e gli applausi prolungati con tutto il pubblico in piedi, la performance di un artista che ha incantato i 300 fortunati spettatori, dimostrando tutto il suo gran talento.



L'organizzatore, l'associazione "Terni Città Futura" festeggia per il nuovo successo, u
n pubblico letteralmente rapito ed estasiato sia dal fascino dell'esecuzione musicale che dai movimenti di luci nella splendida cornice del lago di PiedilucoUn “qualcosa di mai visto nella nostra città”, precisa- Michele Rossi- è il commento più ricorrente tra i ringraziamenti degli spettatori all'uscita dal concerto, un riconoscimento che ci ripaga del tanto lavoro fatto, degli ostacoli trovati, delle avversità metereologiche e dell'incredulità di molti. -Prosegue- "Il Tributo Endrigo dimostra ancora una volta di essere un evento culturale e un volano turistico. Il pianista sul lago ha reso un colto e sentito omaggio ad Endrigo, con una scelta di quei brani forse meno conosciuti ma artisticamente a lui più vicini ( Se tutti fossero uguali a te, La rosa bianca, Chi sei, Le parole dell'addio, La dolce estate). Tutta l'organizzazione ha funzionato alla perfezione nel rispetto delle disposizioni in materia di sicurezza e prescrizioni per le normative anti Covid. E questo lo si deve ad un affiatato gruppo di amici che con abnegazione e passione si dedica da anni alla realizzazione dell'evento e crede nello stesso". "Lunghissimo è l'elenco delle persone da ringraziare: tecnici, professionisti, attività commerciali ed imprenditoriali che ci hanno aiutato, si sono messi a disposizione e risolvendo i tanti problemi logistici in una location non facile hanno saputo realizzare un grande evento. Non ultimo il ringraziamento al pubblico che con la sua grande partecipazione ci ripaga di tutto". 


- Conclude- Michele Rossi, la riconosciuta e indiscutibile qualità della proposta musicale ed artistica, sta sempre più caratterizzando il Tributo Endrigo ed è su questo che si intende proseguire. L'appuntamento è al prossimo anno.




domenica 5 settembre 2021

È stata accolta con viva soddisfazione dall’Assessorato allo Sport della Regione Umbria la notizia della medaglia di bronzo ottenuta dall’atleta ternano Riccardo Menciotti alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 nel corso della staffetta 4 per 100 mista di nuoto. Si tratta di un riconoscimento che premia l’impegno dell’atleta  ternano e della squadra azzurra, portando a 39 il medagliere della formazione paralimpica del nuoto italiano. Terni e l’Umbria sono orgogliosi di questo risultato.

giovedì 2 settembre 2021

Dalle analisi effettuate relative all’incidenza settimanale si osserva in Umbria una sostanziale stabilità dell’andamento epidemico: è quanto emerge dal report elaborato dal Nucleo epidemiologico della Regione Umbria. Dallo studio si evidenzia che l’incidenza per la settimana dal 23-29 agosto 2021 è pari a 79 casi per 100.000 abitanti, il valore dell’RDt (indice di replicazione diagnostica) sulle diagnosi calcolato per gli ultimi 14 giorni con media mobile a 7 giorni, si attesta ad un valore di 1,03. L’andamento regionale dell’incidenza settimanale per classi di età conferma la distribuzione della gran parte dei casi tra i più giovani, con valori in diminuzione rispetto alla settimana precedente per i 14-24enni e in aumento tra gli 11-13enni. Le classi di età superiori a 65 anni mantengono valori inferiori alla media regionale, pur con un trend in lieve aumento. Tutti i distretti sanitari dell’Umbria hanno superato il limite di incidenza di 50 casi per 100.000 ad eccezione del distretto della Valnerina. Il distretto con il livello di incidenza più elevato è l’Orvietano, che supera la soglia dei 100 casi per 100.000 abitanti. Gli indicatori di gravità della pandemia si mantengono piuttosto stabili: dal 23 agosto al 1 settembre si sono registrati in Umbria 6 decessi, con età media di 79 anni, 4 deceduti risultano vaccinati, ma con presenza di forti comorbidità. Fra i soggetti risultati positivi dal 23 al 29 agosto, il 76 per cento non risulta avere una vaccinazione efficace: il 62 per cento con nessuna dose, il 12 per cento con una sola dose e il 2 per cento con seconda dose da meno di 15 giorni. Si osserva una lieve diminuzione dell’incidenza settimanale in Umbria con 79 casi per 100.000 abitanti nell’ultima settimana. Dal 23 al 29 agosto sono state somministrate 26.800 dosi di vaccino.

 

giovedì 26 agosto 2021

Dal report redatto dal Nucleo epidemiologico regionale emerge che nella settimana che va dal 16 a 22 agosto, l’incidenza settimanale ovvero la comparsa di nuovi casi di positività nella popolazione umbra è in leggera diminuzione, con 81 casi per 100.000 abitanti. Il valore dell’RDt (indice di replicazione) sulle diagnosi calcolato per gli ultimi 14 giorni con media mobile a 7 giorni, si attesta ad un valore di 0,80. I contagi si concentrano in modo molto prevalente nella fascia di età fra 14 - 24 anni, anche se nell’ultima settimana si riscontra un leggero aumento nella classe fra 25-44 anni. Sempre secondo i dati analizzati dalla dr.ssa Carla Bietta e dal dr. Marco Cristofori, si evidenzia come i distretti sanitari che hanno superato il limite di incidenza di 100 casi per 100.000 abitanti sono: Narni-Amelia e Alto Tevere, mentre il distretto della Valnerina ha superato i 200 casi per 100.000 abitanti, con incidenza di 289.73 per 100.000 abitanti. Gli unici distretti sotto la soglia dei 50 casi per 100.000 abitanti sono: Trasimeno e Assisano. Gli indicatori di gravità della pandemia si mantengono piuttosto stabili con un numero di ricoveri in terapia ordinaria di 54 soggetti e 8 in terapia intensiva. L’ultimo decesso registrato per SARS COV 2 risale al 23/08/2021. Il fatto che non ci sia, al momento, una crescita esponenziale repentina dei casi e che il rapporto tra i casi e gli indicatori di gravità si sia molto ridotto rispetto al passato, fa ragionevolmente pensare che la vaccinazione, ormai consistente su gran parte della popolazione vaccinabile, rallenti fortemente sia la diffusione ma soprattutto la gravità della malattia. Fra i soggetti positivi, dal 16 al 22 agosto, il 58% nessuna è vaccinato, il 16% ha ricevuto una sola dose, il 7% è vaccinato con ciclo completo da meno di 15 giorni mentre il 19% è vaccinato con ciclo completo da più di 15 giorni Sul versante delle vaccinazioni, alla data odierna, sono circa 623.000 pari al 79% del totale, le persone che hanno ricevuto almeno una somministrazione, 12.393 quelle che hanno prenotato il vaccino, 4.600 che hanno rimandato l’appuntamento e circa 149.000, pari al 18,9%, i soggetti non aderenti. Nella fascia d’età tra i 12 e i 19 anni, sono 33.920 (53,5%) i vaccinati con almeno una dose, 2948 i prenotati e 1.070 gli aderenti che hanno rimandato l’appuntamento. In merito ai pazienti ricoverati in terapia intensiva, 5 di loro non sono vaccinati, 1 ha ricevuto una sola dose e 2 sono vaccinati con ciclo completo, questi ultimi hanno entrambi più di 55 anni. Dei pazienti ricoverati in area medica, 21 non sono vaccinati, 5 hanno ricevuto una sola dose e 28 sono vaccinati con ciclo completo. Dei 28 vaccinati con ciclo completo ricoverati in area medica, 23 hanno più di 60 anni e 17 più di 80 anni. I dati sui ricoveri dimostrano che in terapia intensiva sono presenti per la maggior parte soggetti non vaccinati con ciclo completo (6 su 8) mentre in area medica, pur essendovi 28 soggetti su 54 vaccinati con ciclo completo, la maggioranza di questi sono over 60 che presentano una sintomatologia relativamente lieve, a cui il vaccino ha garantito una protezione tale da evitare il ricorso alla terapia intensiva.


giovedì 19 agosto 2021

In Umbria continua l’aumento dell’incidenza settimanale dei casi positivi al covid, anche se negli ultimi giorni questa tendenza si è notevolmente attenuata: è quanto emerge dal report elaborato dal Nucleo epidemiologico regionale sull'andamento dell'epidemia sul territorio umbro.  lo studio evidenzia che l'incidenza generale si mantiene a 93 casi per 100.000 abitanti, allo stesso modo conferma come i casi di positività si concentrino in modo molto prevalente nella fascia di età fra 14 e 24 anni con un leggero aumento nelle classi fra 6 e 13 anni e 25-44 anni. Gli indicatori di gravità della pandemia si mantengono piuttosto stabili con un leggero aumento di ricoveri in terapia ordinaria mentre sono invariati i 4 ricoveri in terapia intensiva. Non vi sono stati decessi nell’ultima settimana. 
Dalle ultime sequenze genomiche effettuate su una quota rappresentativa di tamponi molecolari si evidenzia una prevalenza quasi totale della variante Delta (97%) che ha una capacità di infezione molto alta con un valore R0 compreso tra 6 e 8. Il fatto che non ci sia, al momento, una crescita esponenziale repentina dei casi e che il rapporto tra i casi e gli indicatori di gravità si sia molto ridotto, fa ragionevolmente pensare che la vaccinazione, ormai consistente su gran parte della popolazione vaccinabile, rallenti fortemente sia la diffusione ma soprattutto la gravità della malattia. Fra i soggetti positivi, dal 9 e il 15 agosto, l’80% non ha avuto una vaccinazione efficace, di cui il 62% nessuna vaccinazione, il 18 % ha ricevuto una sola dose e il 3% una seconda dose da meno di 15 giorni. La campagna vaccinazioni, alla data del 19 agosto, fa registrare che l’80% della popolazione vaccinabile ha ricevuto almeno una dose o si è prenotata: circa 609.000 vaccinati, 20.000 prenotati e 154.000 cittadini che ancora non hanno aderito. L’impegno per la vaccinazione dei soggetti più giovani ha portato ad un importante incremento dei vaccinati e dei prenotati: il 74% dei giovani tra i 20 e i 29 anni ha ricevuto almeno una dose o si è prenotato (circa 53.000 vaccinati e oltre 4700 prenotati) mentre tra i 12 e i 19 anni si sono vaccinati o prenotati il 54% del totale (circa 29600 vaccinati con almeno una dose e quasi 6.000 prenotati). In quest’ultima fascia d’età si registra una maggiore adesione nei giovani delle scuole superiori, circa il 70% tra i 15 e i 19 anni mentre sono poco più del 18% i dodicenni vaccinati o prenotati. A tal proposito domenica 22 e domenica 29 agosto ci saranno due giornate interamente dedicate alla vaccinazione dei giovani tra i 12 i 18 anni, in tutti i punti vaccinali territoriali dell’Umbria (solo a Terni sarà sabato 28 invece che il 29). Infine, è importante ricordare che tutti i cittadini possono aderire alla vaccinazione prenotandosi sul portale regionale, in farmacia o con SanitApp, scegliendo la sede, il giorno e l’ora desiderata.  

martedì 17 agosto 2021

I professionisti dell’Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni potranno contare su nuovi dispositivi di sicurezza. Il tutto dopo la nuova donazione dell’associazione “I Pagliacci”, che stamattina ha incontrato il direttore generale Pasquale Chiarelli, il direttore sanitario Alessandra Ascani, e il responsabile delle donazioni, Leonardo Fausti. La donazione ha riguardato millecinquecento mascherina Ffp2 e cento camici monouso di terza categoria.“La pandemia non ha fatto venir meno il nostro supporto nei confronti di chi sta attraversando un periodo di malattia - dichiara Alessandro Rossi, presidente dell’associazione ‘I Pagliacci’ - siano essi bambini o adulti. La nostra attenzione è anche rivolta a chi lavora all’interno dell'azienda ospedaliera: durante il periodo pandemico abbiano donato circa 40 mila dispositivi di protezione e oggi siamo tornati per sostenere chi si adopera per tutelare la nostra salute”.

“Ringraziamo vivamente l’associazione - spiega la direzione aziendale - che ancora una volta si dimostra vicina alle necessità della collettività. Riceviamo con gratitudine questi dispositivi nella consapevolezza che purtroppo la pandemia non è ancora finita e per questo occorre tenere sempre alta la soglia di attenzione, ciascuno nel proprio ambito”


Una rete di artigiani, riparatori e cittadini per ridurre la produzione i rifiuti e riutilizzare li oggetti anziché gettarli via. E’ l’ultima iniziativa lanciata dall’assessorato all’ambiente del Comune di Narni che ha dato vita Ri.Di. Narni, dove Ri.Di. sta per ricicleria diffusa e consapevole per arrivare all’obiettivo di ridurre sensibilmente i rifiuti, recuperarli creativamente, ripararli riparazione, barattarli o donarli per favorire l’economia circolare e vivere in modo più sostenibile. Ri.Di. Narni è finanziata con contributo Auri Umbria e gode del patrocinio di Cna Umbria, Legambiente Umbria e Cesvol Umbria.“La ricicleria – spiega l’assessore all’ambiente Alfonso Morelli - è una rete di cittadini, artigiani, associazioni che scambiano beni al fine di dare nuova vita agli oggetti perché non diventino rifiuto. Ri.Di. promuove infatti lo scambio , la donazione, la creatività e la riparazione”. Il sistema funziona tramite la app junker dove è inserita la “bacheca del riuso. Lì, chiunque può pubblicare annunci dove offrire beni di qualsiasi natura donandoli o scambiandoli, oppure cercare dei servizi di riparazione. La ricicleria diffusa prevede infatti una rete di artigiani aderenti all’iniziativa che possono interagire con l’utenza proponendosi proprio come professionisti della riparazione e del recupreo. “La app Junker – sottolinea sempre Morelli -è già nota al grande pubblico per essere il sistema on line per la raccolta differenziata utilizzato da oltre 2mila e 800 nuclei familiari di Narni”. Gli artigiani e i professionisti della riparazione possono scrivere a supporto@junkerapp.it per aderire alla rete e quindi ricevere dagli utenti della piattaforma richieste di intervento oppure  anche per richiedere semplicemente delle informazioni sul funzionamento dell’iniziativa.  

sabato 14 agosto 2021

“La campagna vaccinale antiCovid dell’Umbria prosegue senza sosta anche a Ferragosto, al fine di centrare l’obiettivo di raggiungere l’autunno in sicurezza, sia sul versante scuola che per quanto riguarda la situazione dei ricoveri ospedalieri”: è quanto afferma l’Assessore alla Salute della Regione Umbria, Luca Coletto. 
“Dai dati odierni risulta che il 78% dei cittadini umbri con più di 12 anni hanno ricevuto almeno una dose di vaccino o sono stati prenotati, a testimonianza – evidenzia - del grande lavoro della macchina sanitaria regionale e della grande attenzione e disponibilità dei cittadini”. “Siamo tra le regioni con la migliore performance nella vaccinazione degli over 50, l’88,5% dei quali ha ricevuto almeno una dose – sottolinea l’assessore - e l’aver messo in sicurezza le fasce di popolazione a maggior rischio di ospedalizzazione ci mette nella condizione di guardare con relativa serenità ai prossimi mesi. Voglio ringraziare tutti gli operatori del sistema sanitario regionale che da febbraio dell’anno scorso, senza sosta, hanno dato una grande prova di professionalità e senso di appartenenza al servizio pubblico”.

venerdì 13 agosto 2021

Avvio dell’anno scolastico in sicurezza grazie alle vaccinazioni a tappeto e mediante strategie di prevenzione e sorveglianza per gli studenti e il personale scolastico: è questo l’esito a cui è giunto il Comitato tecnico scientifico della Regione Umbria al termine dell’incontro che si è svolto oggi. Accordo totale tra i rappresentanti regionali della sanità e i colleghi della scuola per favorire quanto più possibile l’informazione e la consapevolezza tra i dirigenti scolastici mediante due webinar dedicati che si terranno prima delle due domeniche, 22 e 29 agosto, dedicate alla vaccinazione massiva dei giovani in età scolare. Gli obiettivi degli incontri – si sottolinea - sono quelli di motivare il personale scolastico ad aderire o a compl etare l’iter vaccinale e di coinvolgere le famiglie nella promozione di una comunicazione persuasiva, in grado di garantire la piena riuscita degli interventi vaccinali rivolti ai giovani. È stata inoltre confermata l’esigenza di una strategia unitaria di screening antiCovid e di un monitoraggio capillare che consenta l’adozione di interventi mirati in quelle situazioni che li rendano necessari.












 

ranktrackr.net