LA TUA POLEMICA NEL BLOG?

Prenota il tuo spazio qui. INFO

sabato 14 aprile 2018

Parte da lontano, addirittura dall’edizione del 1930 quando il prodotto ufficiale furono i Fichi Girotti di Amelia, portati dal pilota ternano Mario Umberto Borzacchini, il legame tra il territorio ternano e la prestigiosa 1000 Miglia il cui passaggio in Umbria sud per l’edizione 2018 è stato presentato venerdi' mattina in Provincia a Terni.
La corsa toccherà i comuni di Orvieto e Amelia nel pomeriggio di giovedì 17 maggio, e attraverserà  quelli di Orte, Lugnano in Teverina, Alviano, Guardea, Montecchio, Baschi. Oggi alla presentazione dell’evento “L’Umbria attende la 1000 Miglia” hanno partecipato: Giampiero Lattanzi, presidente della Provincia di Terni, i rappresentanti dell’Automobil Club Terni e Giuseppe Cherubini  Vice Presidente del Comitato Operativo della Mille Miglia S.r.l. di Brescia.
“La 1000 Miglia – ha detto il presidente Lattanzi accogliendo tutti gli ospiti per la conferenza stampa – è un evento di grande prestigio e al quale la Provincia di Terni darà il suo apporto anche per l'organizzazione della viabilità visto che è una corsa aperta che non prevede la chiusura delle strade. Il suo passaggio è un’occasione importante per promuovere l’immagine della nostra terra e le nostre realtà, proposte sia in termini turistici che culturali e sociali”.
Entusiasmo fra i Comuni, soprattutto dei due territori dove la corsa passerà, ossia Amelia e Orvieto. Il sindaco di Amelia, Laura Pernazza, e il rappresentante di Orvieto hanno sottolineato come la 1000 Miglia sarà occasione per promuovere i prodotti delle terre amerine e orvietane e le loro bellezze turistiche e culturali.
La passione per le auto storiche è viva e presente in tutta la regione, per questo dal 2008 il club il Magnete di Amelia, si impegna ad offrire il servizio volontario di aiuto al passaggio della 1000 Miglia, che ogni anno porta circa 700 equipaggi ad attraversare la nostra bella penisola italiana. Finalmente quest’anno si è riusciti ad ottenere qualcosa di più. Grazie al Comune di Amelia e al Museo Scuderia Traguardo, capofila della rete museale umbro Laziale, insieme ai comuni ai comuni di Baschi, Montecchio, Guardea, Alviano, Lugnano in Teverina, Amelia, Orte (si aggiungono i Comuni di Orvieto e Bagnoregio per il progetto di valorizzazione territoriale), quest’anno la 1000 Miglia ha ottenuto due controlli degli equipaggi, ad Orvieto (controllo orario) e ad Amelia (controllo a timbro), e il transito in 9 comuni.

L’Umbria dell’artigianato e del buon magiare arriverà anche alla premiazione di sabato 19 maggio, infatti uno dei premi, che andrà nelle mani dei vincitori della 1000 Miglia 2018, sarà un orcio in ceramica, realizzato dalla ditta Grazia di Deruta, contenete l’olio denominato “Infinito”, un olio prodotto nelle zone dell’amerino dove da secoli è presente una particolare specie di olivo chiamato “Raio” che produce olio dalle caratteristiche organolettiche uniche nel suo genere.


Reazioni:

0 commenti inseriti:

Posta un commento

Commenta la polemica....

ranktrackr.net