LA TUA POLEMICA NEL BLOG?

Prenota il tuo spazio qui. INFO

domenica 15 luglio 2018


Dopo le aggressioni degli ultimi giorni, a due uomini delle forze dell'ordine, torna d'attualità l'insicurezza di una città lasciata sola dal Governo nazionale e locale in mano alla criminalità. 
"Parole dure" ma non esagerate, l'escalation dello spaccio di droga nelle piazze del centro e gli eventi di cronaca nera rafforzano una realtà che inevitabilmente e' superiore al segno della percezione e dei dati. 
L'esternazione su Fb dell'ispettore superiore della Ps in pensione, Ruggero Isernia, non dovrebbe sorprendere nessuno.
Da città neutra e tranquilla, Terni, e' diventata un centro metropolitano della malavita dove anche i boss vengono a risiedere per lungo tempo. 
Troppe volte abbiamo trattato e denunciato la situazione, anche attraverso Ternipolemica.it, e le amministrazioni precedenti banalmente hanno sottovalutato il problema. 

Con il nuovo sindaco della Lega, Leonardo Latini, la città si aspetta l'inversione di tendenza. Non si cercano dei miracoli, le riduzioni dell'organico e il decreto Madia con il conseguente invecchiamento delle forze dell'ordine hanno reso quasi impossibile l'attività dei preposti all'ordine e alla sicurezza ma è giusto impegnarsi per provare a cambiare. 
Terni merita rispetto e insieme ai cittadini, deve riacquisire la propria identità e ripartire dalle ceneri. La città deve rispondere, i proclami del leader Salvini per liberare Terni aspettano conferme.
Il ministro degli Interni Salvini conosce bene la realtà di Terni, una squadra antidroga con pochissimi elementi che devono fare più di 150 ore di straordinario al mese e'inaccettabile, il sindaco dopo aver chiamato il sovrintendente ferito ha ribadito che il Governo e' pronto ad intervenire per implementare l'organico. 
A Terni bisogna intervenire su tutti gli organici delle forze dell'ordine, nessuna forza esclusa, tutti i ministri interessati si dovranno far carico della critica situazione per ripristinare ordine e sicurezza. 

L'ispettore Isernia ha voluto sensibilizzare le anime e la ternanita' ormai in via d'estinzione, i campanelli d'allarme sono scattati qualche anno fa e i sindacati di tutte le forze dell'ordine avevano avvisato le istituzioni. "Ora si raccolgono i risultati di un assoluto menefreghismo".

La nostra crisi interiore e di sicurezza parte proprio da lì, ormai non parliamo più del passato e concentriamoci solamente sul presente. Sull'accaduto, solidarietà anche da parte dell'assessore Cecconi.

Reazioni:

0 commenti inseriti:

Posta un commento

Commenta la polemica....

ranktrackr.net